ASSEMBLEE FERROVIERI TOSCANA PER RINNOVO CCNL

RINNOVO CCNL: Assemblee in toscana CUB Trasporti, CAT, USB e SGB

Forse questa volta non sarà possibile affrontare un negoziato contrattuale senza una piattaforma. Forse questa volta non sarà possibile affrontare un rinnovo contrattuale senza i ferrovieri. Da 15 anni nessuna consultazione dei lavoratori avviene per fissare cosa pensino del loro destino. Ma ovunque oggi si stanno sviluppando assemblee spontanee e proteste contro quell’atteggiamento, con produzione di documenti e sotegno di gruppi autoconvocati, RSU e sigle Continua a leggere ASSEMBLEE FERROVIERI TOSCANA PER RINNOVO CCNL

8 maggio: uno sciopero straordinario

Volantino PDF: Comunicato dopo sciopero

8 maggio: uno sciopero straordinario

Niente, non c’è stato proprio niente da fare. Nonostante le ore (e i giorni?) spese ad architettare le contromosse riesumando ai treni ogni abile e arruolabile e a sperticarsi con tutti i mezzi, anche i più dissimulati, per far scorrere senza dolore alcuno il primo sciopero sulla vertenza “doppie composizioni” e contro il clima oppressivo e sanzionatorio dell’azienda, la nostra dirigenza ha trovato di fronte un’opposizione che non lascia (ad essa) intravedere niente di buono all’orizzonte. Capita infatti che non sia più sufficiente la schiera degli operosi al suo servizio (quella degli ” ‘gnorsì ” per capirsi e quella “costretta” allo straordinario di sciopero) perché cresce, contro ogni previsione, quella parte di personale che prende coscienza dell’insostenibilità dell’operato aziendale e comincia a percepire che le cose cambiano se ci adoperiamo, INSIEME, verso il cambiamento.
E allora, guardando oggi ai molteplici significati della grande adesione allo sciopero, a quello spirito di condivisione, di sostegno reciproco, con i tanti e le tante che hanno contribuito (ognuno con le proprie possibilità e competenze) alla sua riuscita, non si può che guardare con fiducia al prosieguo di questa vertenza. Tutto questo ci rafforza e ci permetterà di affrontarne anche altre all’ordine del giorno.
Crediamo che questa partecipazione corale costituisca di per sé un messaggio forte del personale dei treni, un mandato dei lavoratori: giudicheranno da chi sarà raccolto.
Ci dispiace per l’occasione persa ancora da quei colleghi/e che, pensandosi soli e rassegnati, hanno tentennato anche questa volta, oggettivamente aiutando l’azione della controparte. Ma potrete ancora scioperare. Vi ritroverete coi vostri colleghi e colleghe, capaci di ri-cementare quella solidarietà e alimentare quella consapevolezza che in molti credevano perdute.
Avanti così! Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso!

9 maggio 2016 attivisti Cub – Cat – Usb

Sciopero PdM/PdB DTR Toscana sulle doppie composizioni l’8 maggio 2016 dalle 9.01 alle 16.59

SCIOPERO DTR TOSCANA, VOLANTINI E NORME TECNICHE

SCIOPERI: Sciopero PdM/PdB DTR Toscana sulle doppie composizioni l’8 maggio 2016 dalle 9.01 alle 16.59

2016_05_08_VOLANTINO SCIOPERO SU DOPPIE COMP. CON LOGHI

norme tec pdm – pdb 8 maggio 2016 (2)

volantino con fumetto Doppie C

 

FIRENZE, GIOVEDÌ 28 APRILE 2016, PRESIDIO SOLIDARIETA’ LAVORATORI FRANCESI

PRESIDIO


SOSTENIAMO LA LOTTA DEI LAVORATORI FRANCESI CONTRO 

LA RIFORMA LIBERISTA DEL MERCATO DEL LAVORO

 FIRENZE, GIOVEDÌ 28 APRILE 2016

DALLE 17 ALLE 19 PIAZZA OGNISSANTI 2

http://solidaire.org/articles/contre-la-reforme-du-travail-de-peeters-nous-allons-continuer-le-combat

Aderiamo all’appello della Rete di Solidarietà Sindacale Internazionale e sosteniamo i lavoratori francesi in lotta dallo scorso Marzo contro la riforma neoliberista del mercato lavoro, che mira a aumentare l’orario settimanale dei lavoratori francesi, ad attaccare il valore degli stipendi e a consentire agli imprenditori libertà di licenziare.

Analoghi provvedimenti sono stati richiesti dalle oligarchie economiche che controllano la finanza europea a tutti gli stati della UE e in molti di questi sono ormai diventati legge, come successo in Italia con la legge Fornero, con il Jobs Act e con gli attacchi al diritto di sciopero che il Governo Renzi sta portando avanti.

Mentre in Italia tali provvedimenti sono passati nel silenzio dei sindacati confederali maggioritari, che hanno lasciato soli i sindacati di base a tentare di ostacolare tale riforme antioperaie, i lavoratori francesi stanno dando una lezione di coraggio e dignità a tutto il panorama sindacale internazionale.

Dopo il grande Sciopero Generale del 31 marzo 2016, durante il quale 1,2 milioni di persone hanno sfilato per le città della Francia, il 28 Aprile sarà una nuova grande giornata di mobilitazioni, con un nuovo sciopero generale in tutta la Francia.

Anche i lavoratori italiani sosterranno il coraggio e la determinazione dei compagni francesi, manifestando davanti alle ambasciate\consolati il giorno dello sciopero generale del 28 Aprile 2016.

Auspichiamo che una vittoria netta dei lavoratori francesi faccia da scia per un percorso di mobilitazione e riscatto anche per i lavoratori Italiani.

APPELLO ALLA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE PER LO SCIOPERO GENERALE IN FRANCIA IL 28 APRILE CONTRO LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO

La rete di solidarietà sindacale internazionale sostiene la mobilitazione e la lotta contro la legge di riforma del mercato del lavoro in Francia e sostiene lo sciopero generale indetto da CGT, FO, Solidaires, FSU, l’UNEF, il UNL CNT F, CNT e SO LDIF.

Uno sciopero generale è previsto in Francia il 28 aprile con la chiamata di lavoratori, studenti e movimenti.

Scioperi e manifestazioni sono contro la riforma del codice del lavoro che porta ancora altri attacchi contro lavoratori all’interno dell’Unione europea.

Questa riforma significherà la fine delle 35 ore settimanali e sarà dato alle aziende l’opportunità di ridurre i salari.

Nel frattempo il governo francese utilizza lo stato di emergenza per fermare i lavoratori in lotta contro il taglio di posti di lavoro e contro licenziamenti.

Dal 9 marzo sono stati organizzati alcuni giorni di azione, scioperi e manifestazioni.

In evidenza in questa mobilitazione è stato senza dubbio il 31 marzo, il giorno in cui non meno di 1,2 milioni di persone hanno sfilato per le città della Francia.

Nel corso di questi eventi, con il pretesto dello stato di emergenza, le forze di polizia hanno represso le proteste e arrestato diversi attivisti.

Questa repressione si è accanita, e non a caso, sui giovani che hanno partecipato in massa alla manifestazioni.

Così, il governo usa la forza e la pena per scoraggiare la mobilitazione popolare.

Ora è il momento di espandere la mobilitazione, occupando spazi pubblici e mostrando la continuità del movimento, dando vita a altre proteste e scioperi.

La parola d’ordine per lo sciopero generale di Giovedì, 28 Aprile dei sette sindacati che hanno convocato lo sciopero è:

“Non ci sarà nessuna trattativa, unico obiettivo il ritiro del codice del lavoro”

La rete internazionale di solidarietà e di lotta chiama le organizzazioni sindacali, politiche e sociali di tutto il mondo a dimostrare sostegno e solidarietà:

1 – Con l’invio di messaggi di solidarietà ai sindacati proclamanti

2 – Con Presidi e iniziative di lotta davanti alle ambasciate e ai consolati di Francia il 28 aprile 2016

    Rete di Solidarietà Sindacale Internazionale

RIPRENDIAMOCI IL PRIMO MAGGIO

1 maggio bis

FIRENZE – 1° MAGGIO 2016 ! 

festa internazionale del lavoro e dei lavoratori

SCARICA IL VOLANTINO in PDF: PRIMO MAGGIO 2016

30 APRILE 2016:

  • Dalle Ore 22.00 : Performance Comunicativa, per le strade del centro, con cartelli slogan, striscioni per contestare il carattere consumistico della notte bianca, a ridosso del Primo Maggio, ritrovo all’Ateneo Libertario, Firenze, Borgo Pinti 50 rosso ore 21.30.

1° MAGGIO 2016:

  • Dalle Ore 11.00 : Presidio in via Ricasoli, davanti a Carrefour, angolo piazza San Marco, contro le aperture festive dei centri commerciali e lo sfruttamento dei lavoratori del settore.

Tutti sono invitati a partecipare!

  • Dalle Ore 12.00 : Pranzo e Musica Presso “il Fondo Comunista” di Rovezzano, in Via Rocca Tedalda 277, con interventi di lavoratori, studenti e realtà di lotta.

  • Dalle Ore 18.00 : Serata di Festa e di Lotta in Piazza dei Ciompi, con le organizzazioni antagoniste e libertarie del quartiere.

“Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire” con questa parola d’ordine quasi due secoli fa i lavoratori di tutto il mondo dettero vita ad una straordinaria mobilitazione che vide il suo apice nella data del 1° Maggio 1886; lo sciopero per la riduzione dell’orario lavorativo, partito dalla fabbrica di macchine agricole  McCornick  a Chicago, si espanse a macchia d’olio e centinaia di migliaia di lavoratori incrociarono le braccia, le grandi manifestazioni che seguirono furono represse nel sangue, con l’uccisione nei soli negli stati uniti di 21 manifestanti e la ingiusta condanna di 8 organizzatori sindacali anarchici (i “Martiri di Chigago”) che avevano partecipato alle proteste, con l’accusa di “aver istigato allo sciopero e ai disordini.” Continua a leggere RIPRENDIAMOCI IL PRIMO MAGGIO

SCIOPERO e dintorni…

Storie di corsari, angeli guerrieri e giungle di gattopardi.

( Editoriale numero 35 Cub Rail, INFO ABBONAMENTI: cubrail@libero.it )

Veniamo da uno sciopero importantissimo, lo Sciopero Generale del 18 marzo 2016, proclamato da Cub, Si Cobas, Usi -Ait, Sgb, con adesioni di varie altre realtà sindacali territoriali come Slai Cobas, Usb, Fiom, Filt, singoli attivisti e membri RSU, che ha visto mobilitati migliaia di lavoratori in tutti i settori e nobilitate le energie di tanti attivisti che si sono impegnati negli ultimi mesi per questo traguardo. Continua a leggere SCIOPERO e dintorni…

COMUNICATO FINE SCIOPERO 18 MARZO IN FS

COMUNICATO FINE SCIOPERO GENERALE

del 18 MARZO 2016, in ferrovia

http://cubferrovie.altervista.org

Ringraziamo tutti i ferrovieri che hanno scioperato e hanno sostenuto la necessità dello Sciopero Generale Continua a leggere COMUNICATO FINE SCIOPERO 18 MARZO IN FS

Convegno CUB Alitalia Firenze

Scarica Volantino in PDF:  CONVEGNO Trasporto Aereo FIRENZE

Convegno Pubblico su Speculazione Industriale e Diritti dei Lavoratori

Firenze, 12 Marzo 2016, Ore 14.30

Sala Dei Marmi, Piazza Della Libertà

IMPARIAMO A VOLARE

Saranno presenti i lavoratori di Alitalia

Negli ultimi anni il settore del Trasporto Aereo ha subito un processo emblematico di speculazione selvaggia e svendita dei diritti dei lavoratori.

Un settore ricchissimo e dal 2008 ad oggi in enorme espansione che ha comunque visto una espulsione massiccia di forza lavoro, con migliaia di licenziamenti, rimpiazzati spesso da personale precario a basso costo, grazie ai dispositivi normativi dei governi Berlusconi, Monti e Renzi, nonché con l’esplicito vergognoso consenso dei sindacati concertativi. Continua a leggere Convegno CUB Alitalia Firenze